76° OPEN D'ITALIA

76° OPEN D’ITALIA: un torneo unico per storia e tradizione che si conferma come un appuntamento clou del calendario internazionale.

Dopo quattro edizioni in Lombardia, l’Olgiata Golf Club di Roma torna a ospitare la massima manifestazione golfistica italiana: l’Open di Italia, parte delle Rolex Series dello European Tour e giunto ormai alla 76esima edizione, è un torneo unico per storia e tradizione che si conferma come un appuntamento clou del calendario internazionale. Grazie a un accordo tra la Federazione Italiana Golf e la Regione Lazio, il circolo capitolino si prepara ad accogliere i top player del golf, in vista della grande sfida che tra tre anni, proprio a Roma, vedrà in campo al Marco Simone Golf & Country Club il Team Europe e il Team Usa per la Ryder Cup 2022.

L’Olgiata Golf Club è stato già teatro di molti eventi di prestigio: oltre a due World Cup e numerosi campionati nazionali, proprio in questa sede è stata disputata l’edizione del 2002 dell’Italian Open, vinta dall’inglese Ian Poulter che qui ha dato inizio alla sua straordinaria carriera, coronata dalla vittoria dell’ultima Ryder Cup insieme a Francesco Molinari e al resto del Team Europe.

Il Golf Club è dotato di un percorso a 18 buche di altissimo livello, sottoposto a un significativo restyling nel 2012, e di un secondo percorso a 9 buche. Per il 76° Open d’Italia sono stati realizzati il Villaggio Commerciale, il Villaggio Ospitalità, il Media Centre e varie strutture per il pubblico e per gli addetti ai lavori. Il programma prevede infatti numerose iniziative e attività per rendere ancora più coinvolgente la gara e far scoprire la magia del golf a chi si avvicina a questo sport per la prima volta.

Il field del torneo si preannuncia di altissimo livello. Per contendersi il montepremi di 7 milioni di dollari scendono in campo grandi campioni, tra i quali Francesco Molinari (numero 6 del world ranking), il campione olimpico di Rio 2016 Justin Rose, il numero 19 al mondo Paul Casey, e il danese Thorbjorn Olesen, vincitore dell’Open 2018.

Grande spazio anche ai più giovani: alla vigilia del torneo maggiore, i migliori talenti under 14 del Team Lazio e del Team Italia si affrontano in una sfida ispirata al format di gioco della Ryder Cup, “The 3rd Junior Road to The 2022 Ryder Cup”.

Foto: Federazione Italiana Golf